LA VIA DELLA GUARIGIONE CLAUDIO PAGLIARA PDF

See related links to what you are looking for. La via della guarigione. Curare la mente per curare il corpo. Curare l’ambiente per curare l’uomo. Curare lo spirito per curare il mondo. Claudio Pagliara. Claudio Pagliara. 15K likes. Dott. Claudio Pagliara Oncologo, esperto di Medicina Olistica ed Autore del libro “La via della guarigione”.

Author: Doull Teshura
Country: Montserrat
Language: English (Spanish)
Genre: Life
Published (Last): 22 September 2005
Pages: 232
PDF File Size: 12.88 Mb
ePub File Size: 1.78 Mb
ISBN: 998-4-54985-828-3
Downloads: 50369
Price: Free* [*Free Regsitration Required]
Uploader: Nigul

User Tools Register Log In. Dell’arte del Tessere, e delle Vesti de’ secoli rozzi.: In Lombardia si trova soprattutto a Brescia, Sondrio e Milano.

Tipico dell’alessandrino e genovese, deriva dal toponimo Cabella Ligure nell’alessandrino. Tipico della Val Malenco, in particolare di Chiesa Valmalenco nel sondriese, potrebbe derivare da un soprannome basato su di un termine dialettale arcaico per fabbro.

Deinde statim et incontinenti post premissa et in eodem loco convocatis in unum nobilibus. Berleta era denominazione di aree golenali in uso fino al Sei-Settecento. Patliara, assolutamente rarissimo, parrebbe della zona litoranea toscoligure, Cabibbe ha un ceppo secondario a Milano, Cabibbo ha un ceppo a Ragusa, Comiso, Vittoria e Santa Croce Camerina nel ragusano, ed uno secondario a Roma, Cabibi sembrerebbe specifico di Lucca Sicula nell’agrigentino.

Per quanto riguarda i cognomi in questione, dunque, si tratta delle cognominizzazioni dei nomi personali dei capostipiti. SassariQuartu S. Torres 39, Sassari 15, Olbia 6, etc.

Italian Surnames – Cognomi Italiani – C

Cabizzosu ha un ceppo nel sassarese a Illorai e Sassari ed uno a Nuoro. Illorai 40, Sassari 23, Nuoro 15, etc.

Deriva dal latino caponis. Lo troviamo nelle carte antiche, con varie uscite. Tra i firmatari della Pace di Eleonora, figurano: Partis de Montibus ; Caponi Joanne, jurato ville Meana. Specifico della Sardegna, dovrebbe derivare dal lw Cabras OR. Essi cumenti ‘e unu crabusignifica essere grezzo, rozzo e maleodorante come un caprone. Nelle carte antiche della lingua sarda troviamo i suddetti cognomi nelle varie uscite.

Clesia levavit a Gosantine et a Samaridanu et juige levavit a Gunnari et a Elene. Capra Gavini 40, 43citato in una donazione postura e in una compera comporu ; Cabru Gavineteste in una partizione di servi.

Feruninde uno homine, Furatu de Rivu et moribit. Et Petru Capra et Iorgi Dellla su frate benneru a pagoiara, et ego deindelis unu pulletru, a boluntade issoro bona.

Caprinu Gunnarieteste in una lite kertu per il possesso della terra. Caprinu Petruin lite kertu con San Nicola per il risarcimento della uccisione di una cavalla, che dice essere sua.

Valentinus Capra et Ferdinandus de Heredia, insignes viri sassarenses, fuerunt a rege generositatis privilegio honestati. Di origine spagnola, fu prima canonico, arcidiacono e inquisitore di Saragozza, Cuenca e Siviglia e poi vescovo di Barbastro. Godeva comunque e sempre dell’appoggio della Curia Romana Di.

I suddetti cognomi nella situazione attuale: CagliariQuartu S. Siapiccia 33, Villaurbana 20, Berchidda 11, etc.

Cagliari 32, Mandas 23, Isili 20, etc. Questo cognome, tipico della provincia di Padova, dovrebbe derivare dal nome Gabriele, modificato attraverso una forma dialettale. Tipico dell’area che comprende il milanese, il bergamasco, il bresciano, il cremasco e il lodigiano e le province di Mantova, Reggio, Parma e Piacenza, dovrebbe derivare dal personale latino Cabrius, probabilmente a sua volta derivato dal celtico Cabrach.

  CULTURAL ANTHROPOLOGY CONRAD PHILLIP KOTTAK PDF

Liber seu fragmentum instrumentorum d. Boni olim nati d. Guilielmi de Supramonte Savionum notarii imperialis guzrigione Subecclesia Talegii, qui d. Capularesempre in latino ha il significato di scappare, fuggire. Flaudio in logudorese significa battere le biade, il lino o le pannocchie di granoturco.

Lo troviamo nelle carte antiche, nella variante Capula. Serrenti23, Furti 14, Samatzai 12, Villacidro 9, Cagliari 8, etc. Pozzuoli, Sant’Antimo e tutta la provincia, ed a Salerno, ha un ceppo a Bari e Gaurigione, ed uno a Palermo, nell’isola di Lipari ed a Messina, dovrebbe derivare dal nome e cognome greco Kakakis.

Tipico della Sicilia e del reggino, deriva dal toponimo Caccamo nel palermitano. Caccaro ha un ceppo nel varesotto a Somma Lombardo ed a Sirmione nel bresciano ed pagliarw nel padovano a Villa del Conte, Campo San Martino e Santa Giustina in Colle, dovrebbe derivare da un soprannome dialettale originato dal termine medioevale veneto cacaro uomo da poco, persona insignificante.

Cacciaguerra ha un ceppo a Cesena e nel cesenate, uno a Piazza al Serchio nel lucchese ed uno in Sicilia ad Augusta nel siracusano, a Comiso nel ragusano, a Niscemi paglixra nisseno ed a Catania, deriva dal nome medioevale Cacciaguerradi cui abbiamo ddella esempio in un atto deldove compare come teste un certo Ranuccino figlio di Cacciaguerra, o in un trattato del a Luni nello spezzino: In nomine Domini, amen.

Omnes et singuli homines infrascripti de villa Sancti Terencii, videlicet Cacciaguerra quondam Rollandini, Aidante quondam Meliorati, Bonaparte quondam Bonafidei, Bonsegnore filius Bonaiuncte. Cacciaguida, ormai quasi scomparso, potrebbe essere stato fiorentino, visto pagliarw il sommo poeta Dante Alighieri fu un pronipote di un Cacciaguida, il cognome dovrebbe derivare da un soprannome, forse riservato ad un addetto all’organizzazione della caccia di qualche famiglia nobile.

Tipico della provincia di Milano e Lodi. Li heredi di messer Bernardo Cazaniga obligati a uno annuale di messa trenta et staia dodeci di formento per anni quaranta come per testamento sotto li 23 di genaro Die XV dicti mensis, hora causarum. Supradictus Iohannes, publicus bayulus et nuntius suprascriptus, vadens fol. Un Giovanni Giacomo Cacciola fu senatore di Messina nelJacopo tenne la stessa carica nel Tipico fia padovano veneta, dovrebbe derivare dal nome medioevale italiano Caco.

Oltre che dal toponimo omonimo, potrebbe essere una italianizzazione del cognome greco Kakuris. Die sexta febroarii Omnes cives pahliara et habitatores dicte civitatis.

Cadalanu Iohanne 94in una donazione: Catalan Antonio, cagliaritano di origine provenzale. Settimo, Sinna, Solemnis etc. Roma conNapoli conTorino conMilano clxudioetc. Sassari 9, Iglesias 8, Assemini 6, etc. Tipicamente sardo, potrebbe derivare da una modificazione dal cognome spagnolo Cadeu. Massimo Pittau suggerisce la derivazione dall’italiano Taddeonon da Coddeuspresente come nomen in Africa, ma non in Sardegna. Il latino callum significa pelle indurita, callo.

Lo ritroviamo nelle carte antiche della Sardegna, generalmente nella pagliaga antica Calleo. Gadulesu Margiano habitator ville Pagliaa, sindicus actor et procurator universitatis Contrate Montis Regalis et villarum et etc.

CagliariSardaraArbus 98, Quartu S. Segariu 23, Furti 11, Sanluri 9, Vallermosa 6, etc. Per definire un vestito spiegazzato diciamo: Anche se nessuno ha rimarcato il fenomeno fonetica della nasalizzazione.

Per una storia dell’Italia tardoantica cristiana | Giorgio Otranto –

Caddori, estremamente raro, tipicamente sardo, sembrerebbe specifico di Arzana e Lotzorai nell’Ogliastra, dovrebbe derivare da un soprannome originato dal vocabolo logudurese caddu cavallo ed indicherebbe la qualifica di cavaliere attribuita al capostipite.

  A CHUVA PASMADA PDF

Cognome diffuso in tutta la Sardegna sin dai tempi antichi. Fu in seguito perseguitato come Bonapartista.

Fu poi, come medico ad Algeri. In seguito a Tunisi e poi di nuovo in Italia. Cadello Diego Gregorio, del nobile casato dei Cadello, marchesi di San Sperate, vescovo della archidiocesi di Cagliari dal alpoi cardinale. Cognome assolutamente raro, probabilmente di origine friulana, dovrebbe derivare da soprannomi legati all’aferesi di un toponimo come Roncadelle TVFalcade BLBiancade TV o simili. Si hanno dlela del cognome Caenazzo o Cadenazzo, fin dal quando troviamo un “.

Delpa Cadenazzo quidem Domenico sartor da Venezia Questo vino ha sapore di mercorella. Sull’etimo della parola permangono incertezze, lo stesso Wagner mette punto interrogativo. Non abbiamo altri suggerimenti. Come cognome non l’abbiamo trovato nelle carte antiche. Fra le sue opere citiamo, Il Comune di Iglesias ed il ministro Sella, del Roma ne conta Alghero 56, Selargius 3, Cagliari 3.

Dai documenti che si conservano presso la mia famiglia siamo potuti risalire quanto meno tuarigione luogo di provenienza del nostro ceppo famigliare: Sospirolo, un paesino in guariguone di Belluno, che la famiglia ha lasciato a seguito della concessione di terre nel vicentino da parte della Repubblica di Venezia per servigi resi alla Repubblica stessa.

Assolutamente rarissimo, dovrebbe essere di origini ungheresi trapiantati nell’alta Lombardia e deriverebbe dal cognome magiaro Kadringer. Entrambi estremamente rari, presenti da tempo nel bresciano, derivano entrambi dal nome ebreo sefardita Caim Cainotracce di questa cognominizzazione le troviamo in un trattato di pace del 3 settembre concluso tra il conte Alfonso di Tolosa, l’abate, i consoli e gli abitanti di Saint-Gilles da una parte e i consoli di Pisa e di Genova dall’altra: Et ego Lanfranchus Piper, consul Ianuensis ,et ego Willelmus Caimconsul Pisanus, hoc idem sacramentum quod nos facimus faciemus facere consulibus Genue et Pise Caffarus de Caschifellone Genuensis Rei publicae rector et historiographus Ianua tuta quidem fuit illo consule pridem, Urbs ea que movit, quod sic ex ordine novit; Nomen ei Guariigonepresens quem signat imago; Vivat in eternum cuius generosa propagole forme meridionali potrebbero anche derivare da claudjo originati dal vocabolo arabo kaafir infedele.

Per quanto riguarda i cognomi in questione, si tratta comunque delle cognominizzazioni dei nomi personali dei capostipiti. Caffarata, assolutamente rarissimo, tipicamente ligure, sembrerebbe originario dello spezzino, Caffarati, quasi unico, e Caffarato, che sembrerebbe unico, dovrebbero essere dovuti ad errate trascrizioni del precedente, che dovrebbe essere di paliara provenzali e derivare da alterazioni dialettali pzgliara termine occitano cafrothcafarot piccolo guarigone o grottaforse ad identificare caratteristiche del luogo di provenienza del capostipite, una seconda ipotesi, meno probabile, propone un collegamento con l’antico termine medioevale francese cafre lebbroso.

Anno incarnations eiusdem millesimo centesimo tricesimo secondo, ;agliara iunio, indictione decima.